RETURN AND AGAIN

martedi 22 marzo 2016 ore 21.30

RETURN AND AGAIN

Marco Cappelli | Adam Rudolph
chitarra | percussioni

return_again

ADAM RUDOLPH
Originario di Chicago, il compositore e percussionista Adam Rudolph ha partecipato, nel corso della sua trentennale carriera, a Festival e Stagioni Concertistiche di Nord e Sud America, Europa, Africa e Giappone.
Sin dagli anni 70 Rudolph ha sviluppato un suo personale approccio alle percussioni, in una comunione multiculturale con maestri della musica improvvisata come Sam Rivers, Pharaoh Sanders, L. Shankar, and Fred Anderson, ed ha raggiunto la notorietà internazionale grazie alle collaborazioni con Don Cherry, Jon Hassel, Wadada Leo Smith, and Omar Sosa.
Nel 1992 fonda il suo proprio ensemble “Adam Rudolph’s Moving Pictures” con  Hamid Drake, Ralph Jones e l’innovatore della danza Butoh, Oguri: dopo aver maturato l’esperienza attraverso diversi tour europei e l’incisione di tre cd di composizioni originali dello stesso Rudolph, nel 1995 rappresentano  “The Dreamer”, un opera basata su “La Nascita della Tragedia” di Friedreich Nietzsche.
Attraverso i tours di concerti e seguendo la sua personale inclinazione alla ricerca ritmica, Rudolph ha effettuato temporanee residenze di studio negli angoli piu` remoti del pianeta: in tal modo ha arricchito la sua tecnica percussiva, solidamente ancorata alla tradizione afro-americana,  attraverso il confronto con grandi e talvolta sconosciuti maestri di tradizioni ritmiche millenarie in luoghi come Bali, Cuba, Ghana, Haiti, Hindustan e Marocco.
JAZZ RUBIN ADAM 5908
Curatore di una serie di concerti basate sul confronto tra differenti culture etniche (Festival D’Essaouira in Marocco, Calling Across the Water in Los Angeles, The Stone in New York), nel 2002 Rudolph fonda “Go: Organic Orchestra”, un ensemble modulare e variabile originariamente basato su strumenti a fiato e a percussione, interamente dedicato allo sviluppo dei suoi concetti ritmici, largamente esposti nel volume “Pure Rhythm”, pubblicato in Germania da Advance Music, e salutato dalla critica internazionale come una pietra miliare della didattica.

Fondatore di una sua propria etichetta discografica, la Meta Records, Rudolph ha ricevuto commissioni da fondazioni quali Rockefeller Foundation, Meet the Composer, Mary Flagler Cary Trust, the NEA, Arts International, Durfee Foundation ed American Composers Forum.

http://www.metarecords.com/

 

MARCO CAPPELLI
marco_cappelli Marco Cappelli è nato a Napoli nel 1965 e ha studiato al Conservatorio di S. Cecilia di Roma per poi proseguire, sostenuto da una borsa di studio, presso la Musik Akademie di Basilea in Svizzera, dove ha studiato con Oscar Ghiglia (chitarra), Jurg Wittenbach (musica da camera) e Thomas Kessler (musica elettronica).
Durante gli anni di studio ha messo fuoco una sua personale visione della chitarra come chiave per accedere ad una dimensione di creatività ampia 360 gradi: da allora è protagonista di un singolare percorso artistico che lo vede passare con disinvoltura dall’esecuzione come interprete alla pratica dell’improvvisazione, attraversando i confini tra generi musicali lungo sentieri non accademici e arrivando a mettersi in gioco come compositore.
Dalla rosa delle sue collaborazioni (Anthony Coleman, Michel Godard, Butch Morris, Mauro Pagani, Franco Piersanti, Jim Pugliese, Enrico Rava, Marc Ribot, Adam Rudolph, Elliott Sharp, Giovanni Sollima, Markus Stockhausen, Cristina Zavalloni, Raiz …) emerge il respiro internazionale e trasversale della sua attività concertistica, che lo vede regolarmente ospite sia in stagioni concertistiche di musica classica e contemporanea (Teatro Massimo – Palermo, Associazione Scarlatti  – Napoli, Ravenna Festival, Festival Traiettorie – Parma, Teatro Lirico – Cagliari, Guggenheim Museum – New York, Italian Academy at Columbia University – New York, Salzburg Festival- Austria, Ruhr Triennale and Ludwigsburg Schlossfestspiele -Germania…)  che da festival di jazz e di improvvisazione (Saalfelden Jazz Festival – Austria, Pomigliano Jazz Festival – Italia, Barnsdall Theatre e Watts Tower Jazz festival – Los Angeles , Moma – New York, OutPut Festival – Amsterdam, Montreal Jazz Festival – Canada, Cité de la Musique – Paris, Belgrade Jazz Festival…) tanto come solista che in diverse combinazioni di ensemble, effettuando lunghe tournée in Sud Corea, Giappone, Cina, USA, Canada ed Europa.
Marco Cappelli divide il suo tempo tra Palermo (dove è titolare della cattedra di chitarra presso il Conservatorio “Vincenzo Bellini”) e  New York, dove interagisce attivamente con la ricchissima scena musicale newyorkese. Tra i molti  frutti di questa preziosa esperienza citiamo il progetto solistico EGP – EXTREME GUITAR PROJECT (10 brani originali a lui dedicati da compositori della scena Downtown di New York), le collaborazioni con MARC RIBOT CAGED FUNK, ADAM RUDOLPH GO: ORGANIC ORCHESTRA e le formazioni di cui è  leader: il sestetto  IDR – ITALIAN DOC REMIX e  il MARCO CAPPELLI ACOUSTIC TRIO.
Sul “versante europeo” Marco Cappelli è cofondatóre dell’ ENSEMBLE DISSONANZEN di Napoli, e suona regolarmene con la surf-rock band ITALIAN SURF ACADEMY.
Negli ultimi dieci anni Marco Cappelli ha sviluppato un intensa attività discografica. Qui ricordiamo anzitutto due cd per chitarra sola Yun Mu (Teatro Del Sole) ed EGP – Extreme Guitar Project: Music from Downtown New York (Mode Records).
Mode Records ha inoltre pubblicato due cd dell’Ensemble Dissonanzen, che vedono Marco coinvolto nell’esecuzione della musica da camera di Goffredo Petrassi ed Hans Werner Henze.
Nel 2008 è uscito il suo primo cd come autore – ospiti Marc Ribot e DJ Logic – con il progetto IDR – Italian Doc Remix (Itinera). Il 2011 ha segnato il debutto discografico del Marco Cappelli Acoustic Trio con Les Nuages en France (Mode Records) e la pubblicazione in dvd del progetto di musica e animazione In The Shadow of No Towers (Mode Records),  in collaborazione con il fumettista Art Spiegelman e l’attore John Turturro. Quest’ultimo lavoro gli è valso l’invito a festival di  cinema come il Toronto Jewish Film Festival e l’UK Jewish Film Festival di Londra. Nel 2012 è uscito The American Dreams (Mode Records), primo cd di Italian Surf Academy. Nel 2013  ha consolidato la sua presenza nel catalogo Tzadik, (etichetta discografica diretta da John Zorn) con il secondo lavoro del Marco Cappelli Acoustic Trio intitolato “Le Stagioni del Commissario Ricciardi”, frutto della collaborazione con lo scrittore Maurizio De Giovanni.
Marco Cappelli ha scritto le musiche del film INTERVALLO di Leonardo di Costanzo, presentato alla  ‪69ª Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia‬ e premiato dal David di Donatello. Collabora inoltre stabilmente con la White Wave Young Sung Kim Dance Company di New York, per la quale compone ed esegue dal vivo le  musiche di scena ed ha recentemente messo in scena, con l’attore Andrea Renzi, il monologo SONATA PER IL COMMISSARIO RICCIARDI, prodotto dal Teatro Garibaldi di Palermo con le musiche dal vivo dell’ACOUSTIC TRIO.

Return and again

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...