colatura #7

Domenica 6 marzo 2016 ore 19.00

COLATURA #7

performance di Gaetano Costa
progetto e regia del suono di Manfredi Clemente

con
Ornella D’Angelo
Philippe Berson e Giuliana Di Gregorio

colatura-n7

Gaetano Costa è nato il 7 maggio del 1978 a Palermo. È un autodidatta che dal disegno è approdato alla pittura passando per fotografia, scultura, video e teatro. Dal 1999 al 2001 ha frequentato la Internazionale Sommerakademie fur Bildende Kunst di Salisburgo dove ha studiato con maestri come l’azionista Hermann Nitsch, il performer fluxus Jeoffrey Hendryks, la fotografa israeliana Rivka Rinn. Nel 2002 riceve una borsa di studio per la Internazionale Sommerakademie fur Bildende Kunst di Salisburgo e due anni dopo partecipa come performer alla “Zwei Tagen Spiel” di Hermann Nitsch.

All’inclinazione grafica dei primi anni, sempre più temperata dal corposo uso del colore steso con modalità cretacee e materiche, nella sua pittura si impone un ricorso ad inserti estroflessi di materiale esogeno (poliuretano, bitume, polvere di alluminio e cera) che genera un peculiare contrasto tra segno e materia.

Ha esposto e lavorato in Italia e all’estero: In America (al The Stone di New York) in Germania (“Die Grosse” al Kunstpalast di Düsseldorf), in Spagna (al Palacio de Abrantes di Salamanca), in Inghilterra (al Camden People’s Theatre Di Londra), in Austria, e negli Emirati Arabi.
Dal 2009 è tornato a Palermo dove vive e lavora dopo alcuni anni vissuti a Madrid. Nel 2013 insieme a Philippe Berson, Giuliana Di Gregorio, Giuseppe Lomeo, Massimo Navarra e Nino Russo fonda LEMOSCHE.

* * * * *

Manfredi Clemente (Palermo, 1988) è un compositore di musica concreta, field recordist e improvvisatore elettroacustico di base a Birmingham (UK), dove sta completando un PhD in composizione elettroacustica sotto la supervisione di Jonty Harrison. La sua ricerca investiga lo spazio non solo come mero parametro compositivo, ma soprattutto considerandolo come principale dimensione percettiva e dunque base fondante i processi evocativi tipici dell’ascolto.

Clemente ha scoperto il repertorio acusmatico grazie all’incontro con Lucio Garau, suo docente di piano complementare presso il Conservatorio di Palermo. L’interpretazione di musica concreta su acusmonia è centrale nella sua pratica musicale. Proprio per questo, insieme a Garau, ha sviluppato STRATI, software per la spazializzazione del suono che permette un libera distribuzione del suono nello spazio, riducendo al contempo la presenza gestuale dell’interprete. Ha inoltre curato installazione e performance dell’acousmonium del Festival di Musica Contemporanea di Cagliari per diversi anni.

Clemente ha composto musica per teatro e installazioni. Come performer live è stato parte del MiniM Ensemble e del collettivo Klein Bottle. Il suo solo improvvisativo è basato sull’incontro di macchine di feedback analogico e field recordings.

È membro attivo del BEAST – Birmingham ElectroAcoustic Sound Theatre, il più grande acousmonium al mondo, e ha suonato e i suoi lavori sono stati eseguiti in Italia, Regno Unito, Francia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Grecia, Svezia, Giappone e Argentina.

http://manfrediclemente.blogspot.it/

colatura07_oriana_01

foto: Gaetano La Rosa

colatura07_oriana_02

foto: Oriana Rinallo

colatura07_oriana_03

foto: Gaetano La Rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...