IL KRAKEN

IL KRAKEN, THE STONE, NEW YORK, 11 SETTEMBRE 2015

KRAKEN_manifesto.inddIl Kraken è una performance dal linguaggio sfaccettato all’interno della quale convivono videoarte, musica dal vivo e una struttura fortemente imparentata con i più classici codici della narrazione.
Un medico dal volto coperto da una maschera, che ricorda quella dei medici della peste, esegue un’autopsia su un corpo, che allo spettatore è dato appena di intuire attraverso la sagoma celata da un telo bianco.
Al lato del medico, un grande parallelepipedo semitrasparente ci mostra le immagini di una città abbandonata.
una voce off lievemente distorta legge un referto seguendo di pari passo lo sviluppo autoptico;
il musicista trova posto all’interno del cubo e da lì da voce alle azioni del medico, ne anima i gesti risuonando ad ogni movimento, incisione o fremito, generando una connessione tra l’ambiente esterno e distante evocato dal cubo e quello interno del medico nel suo laboratorio;
Sulla superficie del cubo si scorgono immagini sature e sgranate delle rovine di una città;
La voce descrive un corpo enorme di origini sconosciute spiaggiato sulla riva del mare;
Durante le prime fasi il cubo appare come una finestra temporale affacciata sul luogo del ritrovamento, man mano che l’autopsia procede risulta sempre più chiaro che il sito mostrato non è il luogo del ritrovamento della carcassa ma la creatura stessa o meglio, lo scheletro di una città morta;
Un organismo disfatto, antico ed incatalogabile agli occhi del medico che non si capacita della sua natura ma ne scova comunque contraddizioni, debolezze e malattie, sintomi e possibili cause del suo disfacimento;
Il corpo è defunto in un indefinito tempo passato, l’eziologia rimane un enigma, una grande quantità di parassiti hanno perforato quegli strani organi, abitato le membra di quel corpo dalla fisiologia impossibile, se essi siano la causa o solo un accidente non è dato di sapere, al medico rimane solo la certezza di un corpo irreale.
La vera natura del corpo analizzato evidenzia l’origine teratogena dello stesso medico, un personaggio anomalo in grado di confondere lo scheletro di una città con un organismo deceduto.

kraken_01

kraken_02

kraken_03

kraken_04

kraken_05

foto Vittorio Guida

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...